In Italia il tumore alla prostata è la patologia oncologica più frequente tra i soggetti di sesso maschilee rappresenta oltre il 20% di tutti i tumori diagnosticati a partire dai 50 anni di età.

La prostata è nel giovane uomo una ghiandola poco più  grande di una castagna , si trova sotto e davanti alla vescica.

Le più comuni malattie della prostata sono:

  1. Le prostatiti, le infiammazioni che interessano la prostata, possono manifestarsi con diversi sintomi, come la necessità di urinare spesso, dolori, bruciori alla minzione o disturbi della risposta sessuale.
    Lo specialista può fare una corretta diagnosi con un esame clinico diretto ed analizzando attentamente tutta la storia clinica del paziente .
    Le infiammazioni della prostata possono essere curate con farmaci (antibiotici ed antinfiammatori) ma anche adottando stili di vita migliori, associati ad una dieta sana e bilanciata.

    Quando sono presenti queste problematiche urologiche possono essere utili alcune indicazioni di tipo dietetico – comportamentale quali:
    a) vita sessuale regolare, non lunghi periodi di astinenza;
    b) limitare l’assunzione di alcuni alimenti tipo cioccolato, uova, frutta secca, formaggi stagionati;
    c) lo stesso vale per le bevande come il caffé, il tè, le bibite gassate od alcoliche;
    d) altra cosa importante è bere con intelligenza ad esempio durante tutto l’arco della giornata sono consigliati almeno 2–3 litri di liquidi, soprattutto acqua;
    e) combattere la stitichezza e quindi fare una dieta ricca di fibre e praticare una regolare attività fisica;
    f) se si fuma, spegnere la sigaretta perchè la nicotina ha un’azione irritante sulla vescica;
    g) tenere d’occhio la bilancia infatti, se obesi, spesso perdere peso migliora il quadro clinico, infatti il grasso accumulato sul giro vita può aumentare la “pressione” sulle vie urinarie e peggiorare i sintomi;
    h) infine ultimo consiglio, ma non meno importante, quello di ascoltare sempre attentamente il proprio medico di famiglia e lo specialista urologo che stanno seguendo in diretta la complessa patologia infiammatoria.

  2. L’ipertrofia prostatica benigna (IPB) consiste in un ingrossamento della prostata e generalmente si manifesta con una sensazione di una difficoltà a svuotare la vescica,un getto ridotto ed un suo non completo svuotamento.
    I primi sintomi si possono manifestare anche già dopo i 30 anni.
    Lo specialista può effettuare una diagnosi precisa, attraverso una visita ed alcuni esami clinici mirati, e suggerire, a secondo delle varie situazioni cliniche, una terapia farmacologica o chirurgica.
  3. Il tumore della prostata è una patologia a volte più complicata da “individuare” perchè spesso è senza sintomi e l’uomo può non avere disturbi o fastidi particolari. Anche nella prevenzione di questa malattia è importante seguire uno stile di vita sano e una dieta orientata al consumo di frutta, olio di oliva, vegetali (pomodoro, peperoni, carote, ortaggi gialli).
  4. Dopo i 45 anni, di sottoporsi a controlli urologici periodici e questo sembra essere uno dei fattori più importanti nel prevenire le gravi complicanze che possono presentarsi quando questo tipo di patologia non è stato precocemente diagnosticato.

Consigliamo quindi di FARE PREVENZIONE ed eseguire controlli periodici da uno specialista.

Presso il nostro Centro è possibile effettuare visite urologiche chiamando il numero 0818522995.

Polimed – Medicinaa Specialistica

healthcare, profession, people and medicine concept - close up of male doctor hand holding sky blue prostate cancer awareness ribbon over blue background

PROSTATA: STILE DI VITA E PREVENZIONE
Tag: